Patente di guida?
(rinnovo per scadenza)

Occorre effettuare una visita medica presso una delle autorità sanitarie previste dall’art.119 del Codice della strada , con modalità e costi diversi a seconda della struttura medica e della categoria di patente da rinnovare.
Nei seguenti casi, invece, la visita di rinnovo deve essere effettuata in una Commissione medica locale:
situazioni cliniche che possono far sorgere dei dubbi sulla idoneità alla guida
patenti speciali
patenti C o D, al superamento di alcuni limiti di età.
Procedura di rinnovo

Al momento della visita, per quanto di competenza del Ministero, è necessario portare:
l’attestazione del versamento di € 9,00 sul c/c 9001 e € 16,00 sul c/c 4028 (bollettini prestampati in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici motorizzazione)
una foto recente formato tessera.
Il medico trasmette al Ministero in via telematica il certificato medico, la foto, la firma e gli estremi dei versamenti. Se la visita ha esito positivo, il medico stampa la ricevuta di avvenuta conferma di validità e la consegna all’interessato, la ricevuta è valida per la circolazione fino al ricevimento della nuova patente.

Successivamente il Ministero invia una nuova patente all’indirizzo del titolare indicato in fase di rinnovo, tramite posta assicurata con spese a carico del destinatario.

Nel caso di mancato ricevimento della nuova patente entro 15 giorni dalla data della visita medica, il cittadino potrà contattare il numero verde 800979416, disponibile a qualsiasi ora e 7 giorgni su 7, con risponditore automatico, che potrà fornire tutte le informazioni riguardanti la spedizione.

Conversione di patente di guida estera/riconoscimento patente UE

Qualora la patente sia convertibile, la richiesta deve essere presentata entro il termine di validità della patente estera posseduta ESCLUSIVAMENTE presso la sede Nord dell’ufficio sita in via Salaria al km 10,400

Modello TT 2112 compilato e sottoscritto secondo le avvertenze in esso contenute;
Attestazione del versamento di €32,00 sul c/c 4028;
Attestazione del versamento di €9,00 sul c/c 9001;
Certificato medico in bollo (e relativa fotocopia), con fotografia, la cui data non sia anteriore a 3 (tre) mesi, rilasciato da un medico di cui all’art. 119 del Codice della Strada (vedi elenco riportato in basso);
2 foto recenti formato tessera, su fondo bianco ed a capo scoperto, su carta non termica;
Patente estera originale in visione e relativa fotocopia completa;
Qualora la conversione sia richiesta da cittadini extracomunitari è richiesta l’esibizione del permesso o carta di soggiorno in corso di validità. Tale documento dovrà essere esibito in originale anche in occasione del ritiro della patente di guida italiana;
Qualora sia richiesta la conversione di una patente di guida di un paese extracomunitario è dovuta anche la traduzione in bollo dei dati contenuti nella patente estera stessa. La conformità della traduzione al testo straniero deve essere certificata dalla rappresentanza in Italia del Paese che ha rilasciato la patente; quest’ultima certificazione deve essere convalidata dalla Prefettura.
Per i titolari di patenti di guida in corso di validità rilasciate dagli Stati membri dell’Unione Europea, non è più richiesta la conversione della patente posseduta, ma è possibile ottenerne il riconoscimento, presentando:

modello TT746 (in distribuzione gratuita presso gli sportelli della Motorizzazione) compilato e sottoscritto secondo le avvertenze ivi contenute;
un’autocertificazione in carta semplice, in cui si dichiari la propria residenza anagrafica in Italia;
Attestazione del versamento di €16,00 sul c/c 4028;
Attestazione del versamento di €9,00 sul c/c 9001;
Se la patente di cui è richiesto il riconoscimento non ha scadenza o ha scadenze maggiori di quelle previste in Italia, in base alle disposizioni vigenti nel paese di rilascio, si applicano comunque le norme vigenti in Italia relativamente alla validità temporale della patente. Pertanto, se per la normativa italiana la patente risulta già scaduta occorre anche un certificato medico così come sopra specificato.

Elenco dei soggetti abilitati alla verifica dell’esistenza dei requisiti psicofisici per la guida di veicoli a motore:

• Medici dipendenti delle unità sanitarie locali;
• Medico appartenente ai ruoli del Ministero della salute;
• Medico appartenente al ruolo sanitario della Polizia di Stato;
• Medico appartenente al ruolo sanitario del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco;
• Medico militare in servizio permanente effettivo,
• Ispettore medico delle Ferrovie dello Stato;
• Ispettore medico del ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Per una guida completa, per l’espletamento dell’intero iter della pratica o per qualsiasi tipo di informazione rivolgetevi a noi cliccando qui di seguito e compilando il modulo

Contattaci